1.2 Come leggere i risultati della Checklist sull’inclusione dell’ambiente lavorativo:

Come leggere i risultati della Checklist
sull’inclusione dell’ambiente lavorativo:

Sulla base delle risposte date alla checklist, si ottiene
una panoramica dei punti di forza e di debolezza
sull’inclusione in azienda. Rilevando in quali sezioni
l’azienda non raggiunge il punteggio massimo di 10, i
manager possono capire in quali aree investire con
azioni inclusive efficaci per promuovere il benessere
dei lavoratori, che deriva da prassi eque ed inclusive di
tutti.

Una volta completata la checklist, il punteggio totale
consente di tracciare un quadro generale del livello di
inclusione dell’ambiente di lavoro dell’azienda.
Confrontando il punteggio di manager e lavoratori sarà
possibile inoltre identificare le aree che possono essere
migliorate (quelle in cui si sono ottenuti punteggi più
bassi). Ad esempio, se l’azienda ottiene 4/10 punti
nella sezione sul gruppo di lavoro, vuol dire che può
essere intrapresa un’azione volta a promuovere
l’inclusione in quest’area in cui i risultati non sono del
tutto soddisfacenti. Ogni azienda valuterà quali azioni
concorrono al miglioramento del punteggio sulla
inclusione. Verifiche annuali permettono una
valutazione della eventuale efficacia deli interventi
intrapresi.

Azioni suggerite se il
punteggio è inferiore a 40:

  • Interventi sull’ambiente di lavoro per
    ridurre le discriminazioni
  • Interventi sugli accomodamenti
    ragionevoli
  • Interventi sulle politiche aziendali e
    manageriali
  • Interventi volti a supportare il team di
    lavoro a realizzare i propri obiettivi e a
    rispettare le esigenze di tutti in
    azienda

Azioni suggerite se il
punteggio è inferiore a 40:

Share This