2.2 Come si misura la capacità lavorativa dei lavoratori: il WorkAbility Index (WAI)

La WAI è uno strumento di autovalutazione che misura le capacità lavorative dei dipendenti considerando la loro interazione con l’ambiente in cui lavorano.
Può essere utilizzato per singoli dipendenti e per gruppi di lavoratori [3]. WAI può essere inviato via e-mail a tutti
i lavoratori di un settore e/o di un’azienda. I risultati dovrebbero essere discussi insieme a tutte le parti interessate.
A seguito di una valutazione delle capacità lavorative di
tutti i dipendenti, una valutazione può essere fatta sull’impresa identificando se le restrizioni sulle capacità lavorative sono imminenti o future, a quali fattori ambientali sono collegati e cosa occorre fare per eliminare gli ostacoli per supportare e promuovere anche la salute degli intervistati. L’indice di abilità lavorativa (WAI) è composto da 7 sezioni:

In sintesi

  • Strumento di auto-valutazione
  • Sono sufficienti 10-15 minuti per la compilazione del questionario
  • Non ci sono domande intrusive sulla privacy del
    lavoratore invadenti
  • Il Calcolo del punteggio è immediato

La migliore valutazione possibile è di 49 punti e la peggiore è di 7 punti. Un punteggio di 49 punti indica massima work ability mentre 7 punti indicano una work ability molto scarsa. Va notato che “scarsa work ability” significa che le esigenze del lavoro e le risorse del
lavoratore non coincidono; ciò può essere dovuto a condizioni di lavoro avverse, limitazioni del lavoratore o
entrambi.

[4] Morschhäuser M., Sochert R., Healthy Work in an Ageing Europe – Strategies and Instruments for Prolonging Working Life, ENWHP, 2006
[5] Tuomi K., Ilmarinen J., Jankola A., Katajarinne L., Tulkki A. Work Ability Index, Finnish Institute of Occupational Health, 1998

Share This