3.3 Rimanere al lavoro: supportare i lavoratori con malattie croniche affinché continuino a lavorare

La comunicazione e l’empatia rivestono una funzione
fondamentale anche in ambiente lavorativo. Le patologie croniche possono aggravarsi nel corso del tempo. È importante quindi monitorare gli effetti degli accomodamenti ragionevoli messi in atto e intercettare
la necessità di modifica o se sono necessari ulteriori cambiamenti. Le aziende che funzionano bene sono consapevoli che il successo dipende anche dal fatto che i loro lavoratori si sentano trattati con rispetto e che la loro dignità venga salvaguardata. Per migliorare

la collaborazione organizzativa tra lavoratori affetti
da malattie croniche e lavoratori che non ne sono affetti, i manager possono avvalersi di diversi strumenti ad esempio dell’ intranet aziendale, su cui può essere reso disponibile un set di azioni formative per tutti i lavoratori. Tale pacchetto dovrebbe essere volto a favorire lo sviluppo di un ambiente di lavoro inclusivo. Possono essere fornite informazioni sulle malattie croniche anche mediante comunicazioni via e-mail, informazioni sulla newsletter aziendale e su video informativi.

Materiale per le azioni formative: suggerimenti chiave

  • Schede informative sulle malattie croniche in generale o su malattie specifiche (cfr. Appendice)
  • Linee guida sugli aspetti psicologici, legali e medici delle malattie croniche in generale o su malattie specifiche
  • Webinar sui vantaggi dell’inclusione e su un ambiente di lavoro inclusivo
  • Webinar sulla relazione con i colleghi
  • Video sulle conseguenze sociali della malattia (ossia pregiudizi e stereotipi comuni legati alle malattie croniche
    e alle relative ripercussioni)
  • Webinar sugli accomodamenti ragionevoli per adattare il luogo di lavoro in modo da soddisfare le esigenze dei lavoratori affetti da malattie croniche
  • Corsi online sulla gestione dei conflitti in azienda, su tecniche di comunicazione, dinamiche di gruppo e gestione della diversità

Share This