Altro materiale utile su Condizioni di lavoro e croniche

Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con
Disabilità: ARTICOLO 27 – LAVORO E OCCUPAZIONE

1. Gli Stati Parti riconoscono il diritto delle perso- ne con disabilità al lavoro, su base di parità
con gli altri;
ciò include il diritto all’opportunità di mantenersi attraverso il lavoro che esse scelgono o
accettano liberamente in un mercato del lavoro e in un ambiente lavorativo aperto, che favorisca
l’inclusione e l’accessibilità delle persone con di- sabilità. li Stati Parti devono garantire e favorire l’esercizio
del diritto al lavoro, incluso per coloro che hanno acquisito una disabilità durante il pro- prio lavoro,
prendendo appropriate iniziative – anche attraverso misure legislative – in particolare al ne di:

  • a)Proibire la discriminazione fondata sulla disabilità con riguardo a tutte le questioni
    concernenti ogni forma di occupazione, incluse le condizioni di reclutamento,
    assunzione e impiego, il manteni- mento dell’impiego, l’avanzamento di carriera e le
    condizioni di sicurezza e di igiene sul lavoro;

  • b) Proteggere i diritti delle persone con disabilità, su base di eguaglianza con gli altri, a
    condizioni lavo- rative giuste e favorevoli, comprese l’eguaglianza delle opportunità e
    la parità di remunerazione per un lavoro di pari valore, condizioni di lavoro sicu- re e
    salubri, comprendendo la protezione da mole- stie e la composizione delle
    controversie;

  • c) Assicurare che le persone con disabilità siano in grado di esercitare i propri diritti del
    lavoro e sin- dacali su base di eguaglianza con gli altri;

  • d) Permettere alle persone con disabilità di avere ef- fettivo accesso ai programmi di
    orientamento tec- nico e professionale, ai servizi per l’impiego e alla formazione
    professionale e continua offerti a tutti;

  • e) Promuovere le opportunità di impiego e l’avanza- mento della carriera per le
    persone con disabilità nel mercato del lavoro, come pure l’assistenza nel trovare,
    ottenere e mantenere e reintegrarsi nel la- voro;

  • f) Promuovere la possibilità di esercitare un’attività indipendente, l’imprenditorialità,
    l’organizzazio- ne di cooperative e l’avvio di un’attività in pro- prio;
    Co-funded by
    the Health Programme
    of the European Union

  • g) Assumere persone con disabilità nel settore pub- blico;
  • h) Favorire l’impiego di persone con disabilità nel settore privato attraverso politiche e
    misure ap- propriate che possono includere programmi di azione positiva, incentivi e
    altre misure;

  • i) Assicurare che accomodamenti ragionevoli siano forniti alle persone con disabilità
    nei luoghi di lavoro;

  • j) Promuovere l’acquisizione, da parte delle persone con disabilità, di esperienze
    lavorative nel mer- cato aperto del lavoro;

  • k) Promuovere programmi di orientamento e riabi- litazione professionale, di
    mantenimento del po- sto di lavoro e di reinserimento al lavoro per le persone con
    disabilità.

2. li Stati Parti assicureranno che le persone con disabilità non siano tenute in schiavitù o in stato servile e
siano protette, su base di parità con gli altri, dal lavoro forzato o coatto.
https://www.un.org/development/desa/disabilities/convention-on-the-rights-of-persons-with-disabilities/article-27-work-and-employment.html

I QUADRI POLITICI ESISTENTI FORNISCONO UN’OPPORTUNITÀ
PER LA UE E GLI STATI MEMBRI AD AGIRE:

  • -> UN Sustainable Development Goals including Goal 3 on Health and Well-Being
  • ->EU Treaties: EU role and responsibility in health (Article 168 TFUE) & objectives of full
    employment and social progress in Europe (Article 3 TUE)

  • ->Europe 2020 Strategy with priorities on investment, growth and job creation
  • ->European Pillar of Social Rights

  • ->EU Strategic Framework on Health and Safety at Work 2014-2020

LINK UTILI

Share This