Malattie croniche frequenti e impatto sul lavoro: breve descrizione e suggerimenti

Per migliorare il benessere, l’inclusione e la produttività di ogni lavoratore, è di fondamentale importanza che una azienda sia consapevole di cosa significa per una persona essere affetta da una patologia cronica e che questa azienda sappia gestire i lavoratori che ne sono affetti.
Nel corso della vita si possono avere diverse malattie, soprattutto nel corso dell’età lavorativa, ed ognuna di esse deve essere debitamente presa in considerazione. La seguente Appendice presenta alcune schede informative sulle patologie croniche più frequenti che potrebbero avere un ripercussioni sul luogo di lavoro. Le patologie indicate in questo elenco sono state selezionate in base allo studio Global Burden of Disease che identifica le malattie croniche più comuni in Europa tra la popolazione in età lavorativa.
Le malattie selezionate sono da intendersi solo come esempi e l’appendice non è da ritenersi esaustiva.

Ciascuna scheda informativa è composta da 4 sezioni:

    • una BREVE DESCRIZIONE della patologia
  • una descrizione dei SINTOMI che tipicamente caratterizzano la malattia, considerando che potrebbero esserci delle sensibili differenze a seconda della persona
  • una descrizione dei TRATTAMENTI utilizzati, che possono essere a lungo termine o necessari solo per determinati periodi (cicli di trattamento)
  • un approfondimento sull’IMPATTO DELLA PATOLOGIA SUL LAVORO E IMPLICAZIONI PSICOSOCIALI.
    Vengono forniti alcuni consigli essenziali che possono concorrere ad innalzare la qualità del posto di lavoro oltre che la partecipazione e la
    workability/capacità lavorativa dei lavoratori affetti da malattie croniche

Queste schede informative costituiscono un quadro di riferimento rapido per il manager in merito alle varie patologie croniche di cui potrebbe soffrire parte dei lavoratori e sono correlate da alcuni suggerimenti per gestirle al meglio sul posto di lavoro.

Se lo desiderano e sono in grado, le persone con malattie croniche ben gestite spesso possono continuare a lavorare per anni dopo la diagnosi.
Una gestione opportuna delle persone affette da patologie croniche comporta benefici sia per l’azienda che per i lavoratori.

Share This